Avvocato per il diritto immobiliare

Il diritto immobiliare è un diritto che ha una natura complessa.

Per questo non prescindiamo da questa constatazione quando seguiamo il cliente nella realizzazione della operazione immobiliare che intende sviluppare o in ragione di una che ha già in corso.

Ecco perché il nostro approccio a questo “ramo del diritto” è  multidisciplinare e a 360°: in questo modo il Cliente viene assistito non solo per la “tecnicità dell’operazione” in sè, ma anche per quegli aspetti ulteriori che essa comporta.

Cosa vuol dire questo? 

Significa, ad esempio, che il contratto di compravendita, quello di locazione, quello di comodato non sono semplici “accordi” che vengono conclusi, ma sono operazioni economiche che vengono seguite dal team di diritto immobiliare così che se ne possa analizzare ogni singolo aspetto e profilo.

Perché è importante informarsi prima?

Perché arrivare preparato alla firma del contratto Ti permette di non trovarti “brutte sorprese” nel momento in cui devi sottoscrivere l’accordo e anche dopo la firma stessa.

Perché se ci pensi bene l’investimento economico che vai a fare, seppur con le debite proporzioni, è importante sia che Tu concluda il contratto di compravendita sia quello di affitto. Se poi al “prezzo” ci aggiungi il fatto che devi anche la provvigione al mediatore, le imposte di registro e altro ancora.

Come non sai della provvigione? E certo questa è dovuta all’agente immobiliare, se hai trovato la tua casa dei sogni grazie, ad esempio, alla foto che il professionista ha appeso alla vetrina della sua agenzia.

Capisci perché consigliamo che è meglio informarsi prima?

Conoscere con chi si conclude l’operazione

Conoscere con chi si conclude l’operazione

Spesso in preda all’euforia del momento per aver trovato la casa dei propri  sogni, le persone si dimenticano di verificare alcuni aspetti.

Ebbene sì perché devi sapere che non è detto che la persona che si presenta il giorno della firma davanti al notaio sia (anche) il titolare del diritto di proprietà che ti sta trasferendo.

Ecco due esempi per farti capire che sono situazioni che si possono verificare con una certa frequenza.

Primo esempio. Hai visto un cartello vendesi, chiami il numero di telefono e ti risponde un signore; parlando vieni a sapere che l’immobile in realtà è di proprietà del figlio minorenne, ma lui in quanto genitore lo “gestisce”. Nulla di strano ai vostri occhi. Però “agli occhi della legge” tecnicamente dovresti chiedergli di esibirti l’autorizzazione che il Giudice Tutelare gli ha dato a vendere e a quale prezzo.

Secondo esempio. La proprietà dell’immobile è di un soggetto al quale è stato nominato amministratore di sostegno magari per problemi di ludopatia. Capisci quindi ch,e se tu concludi il contratto, con la persona stessa e non con l’amministratore di sostegno non hai concluso un valido accordo.

Acquisto immobiliare: da dove iniziare?

Per poter intraprendere una operazione di acquisto di una casa o di un patrimonio immobiliare è importante fare una due diligence.

Cosa si intende con questa espressione?

Essa è una operazione che si sviluppa in una serie di controlli e di verifiche svolte sul bene immobile che hanno la finalità di dare una corretta “descrizione qualitativa del bene stesso”.

Le fasi della due diligence:
· analisi della normativa nazionale e locale in vigore;
· reperimento della documentazione esistente e indicazione di eventuali documenti mancanti;
· esecuzione di sopralluoghi e rilievi in loco che permettono di avere contezza della effettiva situazione dell’immobile;
· redazione di una relazione ove si indicano  i risultati delle indagini, le informazioni raccolte e si indicano le eventuali criticità.

Ecco quindi che una analisi a 360° consente una valutazione preliminari su quali possono essere i termini del tuo investimento.

I contratti preliminari
al rogito

Se prima di acquistare un immobile intendi stipulare un contratto preliminare è importante che lo stesso contempli precise clausole che consentano a te che vuoi acquistare di perdere tempo e denaro.

Parimenti se formuli la proposta di acquisto di una casa, ma al contempo non sai ancora se ti concederanno il mutuo, sappi che è importante condizionare l’efficacia alla concessione dello stesso.

Altrimenti, se la proprietà accetta, ti trovi vincolato a concludere il definitivo anche se la banca ti ha negato il mutuo che hai richiesto.

Capite l’importanza di informarsi prima.

L’esperienza ci insegna che a volte molti problemi potrebbero essere risolti con una chiacchierata “preliminare e informativa”.

I contratti a tutela del patrimonio

A volte i clienti ci chiedono se c’è un modo per mettere in “cassaforte le loro case”.

Diciamo “ni”.

Nel nostro ordinamento, a determinate condizioni e per tutelare le esigenze familiari, è possibile istituire:
il fondo patrimoniale, il trust, il fondo di destinazione.

Ora, tenuto in conto dell’importanza e dell’interesse anche della giurisprudenza, seguici sui social dello studio e nelle risorse presenti nel nostro sito, perché sono argomenti che di certo avranno ampio spazio!

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

RISORSE CORRELATE