CODICE DELLA STRADA: Le sanzioni amministrative pecuniarie oggetto di aggiornamento

Elisa Boreatti

TAG:

Con il 1 gennaio 2019 gli importi delle sanzioni amministrative pecuniarie previste dal Codice della Strada sono mutati e questo perchè gli anzidetti importi sono stati oggetto dell’adeguamento biennale previsto dall’art. 195 Cds, comma 3.

 

L’art. 195 Cds, rubricato “Applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie” è contemplato nel :

Titolo  VI – DEGLI ILLECITI PREVISTI DAL PRESENTE CODICE E DELLE RELATIVE SANZIONI –

Capo I – DEGLI ILLECITI AMMINISTRATIVI E DELLE RELATIVE SANZIONI

Sezione I – DEGLI ILLECITI AMMINISTRATIVI IMPORTANTI SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE ED APPLICAZIONE DI QUESTE ULTIME

I commi che in questa sede rilevano sono il 3 3 il 3 bis che di seguito si riportano:

“3. La misura delle sanzioni amministrative pecuniarie è aggiornata ogni due anni in misura pari all’intera variazione, accertata dall’ISTAT, dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (media nazionale) verificatasi nei due anni precedenti. All’uopo, entro il 1° dicembre di ogni biennio, il Ministro di grazia e giustizia, di concerto con i Ministri del tesoro, dei lavori pubblici, dei trasporti e per i problemi delle aree urbane, fissa, seguendo i criteri di cui sopra, i nuovi limiti delle sanzioni amministrative pecuniarie, che si applicano dal 1° gennaio dell’anno successivo. Tali limiti possono superare quelli massimi di cui al comma 1.
3- bis. A decorrere dal 1º gennaio 2005, la misura delle sanzioni amministrative pecuniarie, aggiornata ai sensi del comma 3, è oggetto di arrotondamento all’unità di euro, per eccesso se la frazione decimale è pari o superiore a 50 centesimi di euro, ovvero per difetto se è inferiore a detto limite (2)
”.

 

Pertanto dal 1 gennaio 2019, le sanzioni oggetto di adeguamento, hanno subito un aumento di 2,2 punti percentuale.

 

Si segnala che alla Circolare è acclusa una tabella che indica gli importi delle sanzioni vigenti sino al 31.12.2018 e quelli applicati dal 1.1.2019.

 

Riproduzione riservata

avv. Elisa Boreatti

 


Si allega il testo della

Circolare del Ministro della Giustizia del 27.12.2018

LinkedIn
Email
Print

LE NOSTRE SEDI

MILANO

Via Montepulciano, 13 – 20124 Milano
Tel: 02 3962 6997 • Fax: 02 3980 0033

VENEZIA

Santo Stino di Livenza, Viale Trieste, 76 – 30029 Venezia
P.IVA IT08921750967
© Boreatti Colangelo Studio Legale Associato

Website Designed by MYPlace Communications