DIRITTO CIVILE: Il figlio scrive frasi offensive sulla scrivania della bidella: il genitore condannato al risarcimento del danno

Picture of Elisa Boreatti
Condividi con
LinkedIn
Email
Print

Corte di Cassazione, sentenza 4152 del 13 febbraio 2019

 

La Suprema Corte di Cassazione condividendo la ratio decidendi applicata dal Tribunale, laddove si è ritenuta evidente «la responsabilità del padre», una volta accertata «l’ascrivibilità al figlio di una condotta ingiuriosa, caratterizzata da disvalore sociale» in quanto è impossibile considerare una semplice “goliardata” il comportamento tenuto dal minorenne. Anzi, questa linea difensiva, adottata dal genitore, testimonia, secondo i giudici, che «non vi è stata sufficiente educazione del figlio a concetti elementari quali quelli del rispetto del prossimo e dell’intima connessione tra libertà e responsabilità».

Si allega il testo della sentenza

Corte di Cassazione, sentenza 4152 del 13 febbraio 2019

Naviga tra gli articoli che trattano argomenti simili

CATEGORIE

Sei in un soggetto sovraindebitato?
Risolvi la tua situazione!

Compila il modulo per richiedere una consulenza gratuita e senza impegno.

[*] campo obbligatorio

ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO “Come fare per non morire più di debiti?”

SCOPRI DI Più