DIRITTO CIVILE: Risarcimento del danno ridotto per il pedone che si colloca in una posizione poco visibile

Elisa Boreatti
Condividi con
LinkedIn
Email
Print

Corte di Cassazione, Sezione VI civile, ordinanza nr. 15893 del 10 luglio 2019

La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato da una donna con il quale aveva impugnato la sentenza del Tribunale, in funzione di giudice di secondo grado, che aveva riconosciuto anche a lei una responsabilità nella causazione dell’incidente ove era rimasta coinvolta.

Il Supremo organo infatti, confermando la sentenza pronunciata in secondo grado, ha ribadito che la condotta del pedone di porsi in una posizione poco visibile viola le regole di prudenza imposte ai pedoni dal codice della strada.

Pertanto “imprevedibilità della presenza del pedone sulla sede stradale” è sufficiente, secondo i giudici, per ridimensionare le responsabilità dell’automobilista e accertare «l’esistenza di un apporto concausale nella provocazione del sinistro riconducibile alla condotta della danneggiata, ovvero di un suo concorso di colpa nella misura del 40%».

Si allega il testo della ordinanza:

Corte di Cassazione, Sezione VI civile, ordinanza nr. 15893 del 10 luglio 2019

Naviga tra gli articoli che trattano argomenti simili

CATEGORIE

Sei in un soggetto sovraindebitato?
Risolvi la tua situazione!

Compila il modulo per richiedere una consulenza gratuita e senza impegno.

ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO “Come fare per non morire più di debiti?”

SCOPRI DI Più