DIRITTO CONDOMINIALE: L’installazione di una rampa di accesso per diversamente abili rientra nell’edilizia libera e il Comune non può chiedere alcuna delibera assembleare

Elisa Boreatti
Condividi con
LinkedIn
Email
Print

[column width=”1/1″ last=”true” title=”” title_type=”single” animation=”none” implicit=”true”]

Si segnala la sentenza del Tar Campania, la nr. 3916/2018 con la quale viene stabilito che il diversamente abile per realizzare una rampa di accesso alla propria abitazione non necessita di alcun titolo abilitativo in quanto tale attività rientra nell’ambito della edilizia libera; il Comune inoltre non può subordinare la realizzazione dell’intervento richiesto alla approvazione da parte dei condomini.

Si allega il testo della sentenza tratto da Condominio web

Tar Campania sentenza nr. 3916/2018

[/column]

Naviga tra gli articoli che trattano argomenti simili

CATEGORIE

Sei in un soggetto sovraindebitato?
Risolvi la tua situazione!

Compila il modulo per richiedere una consulenza gratuita e senza impegno.

ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO “Come fare per non morire più di debiti?”

SCOPRI DI Più