Il liquidatore nella liquidazione controllata può mettere in vendita tutti i beni del sovraindebitato?

Picture of Elisa Boreatti
Condividi con
LinkedIn
Email
Print

Oggi affrontiamo un aspetto della liquidazione controllata, ossia una delle tre misure che il codice della crisi mette a disposizione al sovraindebitato per provvedere al pagamento dei suoi debiti.

In particolare, rispondiamo alla domanda se il liquidatore nominato dal Tribunale deve “mettere in liquidazione” tutti i beni di proprietà del debitore. 

Diciamo subito che la risposta è negativa. Non tutti i beni possono essere venduti ma solo quelli che non rientrano nell’elenco di seguito indicato:

  • i beni che, per Legge, non possono essere pignorati,  il creditore deve rispettare dei limiti stabiliti in parte dal Codice di procedura civile e in parte dalle leggi speciali. La ragione di tale esclusione si ravvisa nel fatto che il legislatore vuole preservare la dignità e il sostentamento del debitore che vengono pertanto messi su un piano superiore rispetto all’interesse meramente patrimoniale del creditore;
  • i crediti di carattere alimentare e di mantenimento;
  • i crediti che non sono pignorabili ai sensi dell’art. 545 del Codice di Procedura Civile.

.

.

Tra questi ad esempio ricordo:

  • anello nuziale;
  • vestiti, biancheria;
  • letti, tavoli per i pasti con le relative sedie;
  • armadi, guardaroba, cassettoni, frigorifero, stufe e fornelli di cucina;
  • lavatrice, utensili di casa e di cucina unitamente al mobile idoneo a contenerli, in quanto indispensabili al debitore e alle persone della sua famiglia che convivono con lui. Sono invece pignorabili i mobili di rilevante valore economico, anche per accertato pregio artistico o di antiquariato (a meno che non si tratti del letto);
  • i frutti derivanti dall’usufrutto dei beni dei figli e i beni costituiti in fondo patrimoniale e i loro frutti;
  • gli stipendi, i salari e le pensioni che il debitore guadagna con la propria attività, nei limiti di quanto occorre al mantenimento della famiglia, così come stabilito dal Giudice.

.

Ecco quindi, che è opportuno che il debitore legga sempre attentamente i beni che il liquidatore vuole vendere.

Naviga tra gli articoli che trattano argomenti simili

CATEGORIE

Sei in un soggetto sovraindebitato?
Risolvi la tua situazione!

Compila il modulo per richiedere una consulenza gratuita e senza impegno.

[*] campo obbligatorio

ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO “Come fare per non morire più di debiti?”

SCOPRI DI Più