Il Codice della Crisi e la procedura di liquidazione controllata

Calcoli di business.

Sei un debitore che ha chiesto la liquidazione controllata del tuo patrimonio: lo sai che fino alla chiusura della procedura potresti essere autorizzato ad usare alcuni dei tuoi beni (ad esempio la macchina)? Il Codice della Crisi dell’Impresa e dell’Insolvenza introduce importanti novità per quel che riguarda i rimedi che una persona può adottare per […]

La persona che vive in condominio è danneggiato due volte dall’aumento di gas e di luce

Messa a fuoco superficiale di un proprietario di casa che spegne la luce di una camera da letto dopo essersi svegliato in tarda mattinata.

In questi giorni televisione, carta stampata e social sono tutti concentrati su un argomento: l’aumento del gas e dell’energia elettrica.Ovviamente non potrebbe essere diversamente anche se, più che degli aumenti di queste due risorse, quello che  interessa, purtroppo, sono gli effetti che questi provocano sulla quotidianità di consumatori e di imprese.Segnalo però che a mio modo di vedere deve essere aggiunto anche un altro soggetto che […]

Il Codice della Crisi animato da principi nobili

Dea bendata su una scrivania a simboleggiare il principio della sua imparzialità.

Prevenzione e regolazione concordata: questi sono i due principi che hanno animato la riforma delle procedure concorsuali. La prosecuzione dell’attività aziendale, infatti, non solo consente di garantire il creditore ma al contempo mantiene “in una situazione di equilibrio” il mercato. Ecco perché il legislatore ha voluto partire dalla crisi, non dai soggetti che si trovano […]

Dal 15.7.2022 l’imprenditore non ha più scuse per prestare massima attenzione alla sua impresa

Data reporting dashboard on a laptop screen.

L’art. 3 del CCII recita “l’imprenditore individuale deve adottare misure idonee a rilevare tempestivamente” e “l’imprenditore collettivo deve istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato ai sensi dell’art. 2086 cc.”. Quest’ultimo articolo che è stato riformato a seguito dell’entrata in vigore dell’art. 375 CCII. Dalla lettura congiunta di queste due norme emerge l’obbligo per […]

Il risanamento del debitore stimola (anche) l’economia nazionale

Tassa annuale sulla scrivania con bancomat vicino.

Quando la crisi riguarda una persona fisica, una impresa agricola, un imprenditore minore, un consumatore, un professionista o comunque ogni altro debitore non soggetto alla liquidazione giudiziale o alla liquidazione coatta amministrativa o altre procedure di liquidazione coatta amministrativa allora vuol dire che è in una situazione di sovraindebitamento. Quando il debitore è in una […]

Rateizzare la cartella si può; basta “una dichiarazione”

Grafici finanziari e monete.

Il Decreto aiuti (DL 50/2022 convertito in L 91/22) convertito in legge può essere visto per molti come un regalo di natale arrivato in anticipo. Questo perché le modifiche che sono state introdotte sono molteplici e rilevanti. Ad esempio: è possibile chiedere la rateizzazione per un debito di importo sino ad euro 120.000 (prima era […]

La crisi oggi non è più l’ultima parola

Giovane ragazzo con debiti.

È entrato in vigore il 15 luglio us il Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza. Dal 15 luglio viene chiesto a tutti quindi di cambiare prospettiva: non è un caso che il termine “fallimento” letteralmente scompaia dal codice. Soprattutto alla luce del contenuto della direttiva insolvency, il legislatore ha voluto mutare la rotta che sino […]

Gli ultimi ritocchi e dal 15 luglio inizia una nuova epoca

Se si cerca il significato del termine “fallire” nel dizionario italiano leggiamo “insuccesso totale di una iniziativa”. Se poi si sfoglia quello giuridico si trova “procedimento giudiziario attraverso cui il patrimonio di un imprenditore insolvente viene sottratto alla sua disponibilità e liquidato per soddisfare i creditori”. Ecco quindi che verificatosi un insuccesso l’obiettivo è quello […]

Tra poco la parola “fallimento” va in archivio

Woman has Confused, Thinking, Question Mark Icon on Paper Bag.

Tra circa due settimane il termine “fallimento” non verrà più utilizzato: al suo posto si parlerà di “liquidazione giudiziale”. La legge fallimentare (regio decreto 16 marzo 1942, n. 267) lascerà quindi il posto alla disciplina delle procedure concorsuali e dell’insolvenza. Ecco, quindi, che i 391 articoli che dal 15 luglio pv entreranno in vigore (anche […]