Termine iscrizione a ruolo pignoramento presso terzi

Picture of Elisa Boreatti
Condividi con
LinkedIn
Email
Print

INDICE DEI CONTENUTI
1. Cosa vuol dire iscrizione a ruolo pignoramento presso terzi?
2. Termine iscrizione a ruolo pignoramento presso terzi
3. Termine iscrizione a ruolo pignoramento presso terzi: cosa cambia con la Riforma Cartabia
4. Cosa succede se il pignoramento presso terzi non viene iscritto a ruolo?
5. Pignoramento presso terzi: come il nostro studio legale può aiutarti


ASCOLTA L’INTRODUZIONE


Cosa vuol dire iscrizione a ruolo pignoramento presso terzi?

Iscrivere a ruolo vuol dire portare a conoscenza il Tribunale competente della volontà del creditore di proseguire nella azione esecutiva nei confronti del suo debitore.

Infatti una volta iscritto, il Tribunale apre un fascicolo assegnandoli un numero di registro (il RG) e un giudice che tratterà la causa.

Per poter procedere in tal senso però il creditore deve preliminarmente aver notificato l’atto di pignoramento al debitore e a tutti i terzi soggetti che vengono qualificati come debitor debitoria.

Infatti è proprio questo atto (ovvero una sua copia conforme) unitamente a copia conforme del titolo esecutivo e del precetto in forza del quale agisce, che il creditore deve depositare unitamente alla così detta nota di iscrizione a ruolo nel registro telematico.

Nello specifico poi la nota di iscrizione a ruolo deve contenere l’indicazione delle parti, le generalità e il codice fiscale del creditore e del debitore, l’importo del credito e nella stessa il creditore deve dare atto dell’intervenuto versamento del contributo unificato e della marca.

Con riferimento a quest’ultimo profilo si specifica che esso è pari ad euro 43,00 se il valore della procedura è inferiore ad euro 2.500,00 mentre è pari ad euro 139,00 se è superiore a detta somma.

Il valore della marca, invece, è sempre di euro 27,00.

Termine iscrizione a ruolo pignoramento presso terzi

L’iscrizione a ruolo deve essere effettuata dal creditore entro 30 giorni dal giorno in cui l’Ufficiale Giudiziario consegna al creditore l’originale dell’atto di pignoramento notificato.

La mancata iscrizione o l’iscrizione della procedura in un termine superiore a quello indicato dal legislatore comporta la perdita di efficacia del pignoramento stesso. 

Per verificare la corretta iscrizione il debitore deve quindi verificare il rispetto di detto termine, se è stata depositata presso il Tribunale competente (che è quello ove il debitore/persona fisica ha la residenza o il debitore/persona giuridica ha la sede legale), se l’iscrizione è avvenuta nel rispetto delle modalità previste (ossia con l’attestazione della conformità all’originale dell’atto di pignoramento, del titolo esecutivo e del precetto).

Va poi sottolineato che con l’espressione perdita di efficacia si fa riferimento al fatto che il pignoramento non produce più gli effetti desiderati a causa, per l’appunto di irregolarità o mancanze procedurali.

Termine iscrizione a ruolo pignoramento presso terzi: cosa cambia con la Riforma Cartabia

La Riforma Cartabia non ha inciso direttamente nella fase di iscrizione a ruolo ma, sempre a pena di inefficacia del pignoramento stesso, ha previsto che il creditore a seguito della iscrizione a ruolo deve provvedere a notificare al debitore e ai terzi pignorati l’intervenuta iscrizione a ruolo con l’indicazione del numero di registrazione (il così detto RG), il nome del Giudice e la data di fissazione dell’udienza. Udienza che inizialmente viene indicata dal creditore nell’atto di citazione ma che successivamente può essere differita dal giudice stesso ad altro giorno. La riforma poi impone anche un ulteriore incompetentemente sempre a carico del creditore: ossia il deposito di questo avviso notificato entro il giorno dell’udienza che ha indicato nell’atto notificato. Anche tale omissione determina l’inefficacia del pignoramento che a propria volta implica che cessano gli obblighi che il debitore e il terzo creditore hanno adempiuto (o avrebbero dovuto adempiere) dal momento in cui hanno ricevuto la notifica dell’atto di pignoramento presso terzi.

Cosa succede se il pignoramento è eseguito nei confronti di più debitor debitoria (ossia di più terzi)? Ebbene in tal caso l’inefficacia si produce solo nei confronti dei terzi rispetto ai quali non è stato notificato o depositato l’avviso di avvenuta iscrizione a ruolo.

La Riforma Cartabia infine ha introdotto anche un’ulteriore modifica ossia che è mutato il foro competente per l’esecuzione forzata se il debitore è una Pubblica Amministrazione: in tal caso è competente il giudice del luogo dove ha sede l’ufficio dell’avvocatura dello Stato nel cui distretto il creditore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede.

Problemi di debiti: perché è importante farsi assistere da un avvocato
per la gestione del sovraindebitamento.

Cosa succede se il pignoramento presso terzi non viene iscritto a ruolo?

Come si diceva se il pignoramento presso terzi non viene iscritto lo stesso perde efficacia e pertanto vengono meno gli obblighi che il legislatore ha posto in capo al debitore e al terzo pignorato. In particolare il primo è esonerato dal compiere atti di disposizione, mentre il secondo non deve più rispettare le incombenze proprie del custode sulle somme pignorate.

Pignoramento presso terzi: come il nostro studio legale può aiutarti

La ricezione di un pignoramento presso terzi rappresenta una situazione delicata che richiede l’intervento tempestivo di un professionista legale qualificato. Quest’ultimo avrà il compito di valutare la correttezza dell’azione esecutiva intrapresa nei confronti del debitore, verificando che siano state rispettate tutte le procedure previste dalla legge.

Qualora l’iter risultasse regolare, il debitore potrà comunque tentare di raggiungere una soluzione stragiudiziale, proponendo al creditore opzioni come il saldo e stralcio o un piano di pagamento rateale. È bene ricordare che il creditore ha la facoltà di accettare o rifiutare tali proposte e, in mancanza di risposta, proseguire con l’azione esecutiva avviata.

Per qualsiasi altra richiesta puoi contattarci o visitare la pagina dell’area di attività sovraindebitamento dove potrai trovare ulteriori approfondimenti sui nostri servizi.

LA NOSTRA CONSULENZA SU SOVRAINDEBITAMENTO

Richiedi la nostra consulenza

Naviga tra gli articoli che trattano argomenti simili

CATEGORIE

Sei in un soggetto sovraindebitato?
Risolvi la tua situazione!

Compila il modulo per richiedere una consulenza gratuita e senza impegno.

[*] campo obbligatorio

ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO “Come fare per non morire più di debiti?”

SCOPRI DI Più